IL MOSE’ E LA LUCE DI MICHELANGELO

SAN PIETRO IN VINCOLI

Domenica 9 Aprile 2017 ore 14.45

Un’occasione per riscoprire uno dei capolavori di Michelangelo tra i più rappresentativi della sua opera artistica Il Mosè, “la tragedia della mia vita”, così come fu definita dall’artista stesso. In effetti è l’opera che più di qualunque altra deluse l’artista, che era partito con un progetto grandioso di cui non riuscì a portare a termine che una minima parte.

La storia di questa tomba fu molto travagliata e si trascinò per quarant’anni, tra conflitti con il papa, amarezze e continue riduzioni del progetto originale. È grazie a un complesso progetto di illuminazione, affidato a Mario Nanni uno dei più grandi designer in questo campo, manutenzione e restauro, affidato ad Antonio Forcellino, che la Tomba di Giulio II di Michelangelo in San Pietro in Vincoli, di cui da parte la celebre statua di Mosé, è tornata a risplendere di una nuova luce. Ed, in particolare, grazie ad un gioco di luci suggestivo realizzato utilizzando tecniche informatiche e lampade a led, in grado di restituire i colori e l’intensità della luce naturale.

Il monumento é stato dunque pulito e restaurato, recuperando gli splendidi colori del marmo di Carrara, senza però intaccare la naturale patina del tempo.

Prenotazione via mail aart-club@art-club.it