BIG CITY LIFE PROJECT TOR MARANCIA

URBAN ART

venerdì 21 Aprile 2017 ore 19

Dopo il Pigneto, San Basilio, Testaccio, ora i riflettori sono puntati su Tor Marancia, quartiere popolare dalla forte identità alle porte dell’Eur. È l’ultimo, in ordine di tempo, a essere stato completamente trasformato e quasi reso irriconoscibile dall’opera di 20 artisti internazionali provenienti da 10 Paesi che su ben 11 palazzi delle case popolari hanno disegnato 20 murales monumentali. È “Big city life”, un progetto di altissimo valore sociale e culturale, che ha permesso questo intervento straordinario a Tor Marancia, ideato da 999Contemporary, finanziato da Fondazione Roma e dal Campidoglio, patrocinato dall’VIII Municipio e condiviso con l’Ater.

Venti murales sulle facciate degli edifici Ater: il progetto Big City Life realizzato nel lotto 1 di Tor Marancia a Roma, è stato selezionato per il Padiglione Italia alla quindicesima Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia che ha per tema “Taking Care – Progettare per il bene comune”.

Big City Life è il progetto di arte pubblica partecipata per la riqualificazione urbana, culturale e sociale di quelle zone grigie della città partendo dal quartiere storico di Tor Marancia, lo scopo comune é di trasformare la storica borgata romana in un distretto di arte pubblica contemporanea unico al mondo, coinvolgendo in questo processo la comunità locale, le scuole e le associazioni di quartiere, coinvolgendo in questo processo la comunità locale, le scuole e le associazioni di quartiere. Le oltre 500 famiglie che abitano le case popolari dello storico lotto 1 di Tor Marancia di proprietà ATER del Comune di Roma, incontrano venti artisti, convenuti a Roma da dieci diversi paesi per dipingere l’intero quartiere. L’opera realizzata da ogni artista é il risultato di questo incontro per un totale di venti opere monumentali, realizzati sulle facciate delle undici palazzine del comprensorio di via di Tor Marancia 63.

Gli allievi della scuola elementare Dalla Chiesa, delle medie Settimia Spizzichino e dell’istituto superiore Caravaggio sono stati i protagonisti dei laboratori creativi tenuti dagli artisti, mentre lo staff di 999Contemporary si é occupato dei laboratori professionali destinati all’associazione culturale Rude, costituita dai ragazzi di Tor Marancia appositamente per la promozione, manutenzione e valorizzazione del patrimonio artistico, che ha fatto di Tor Marancia un vero e proprio museo pubblico vivente aperto a tutti sette giorni su sette, ventiquattro ore su ventiquattro. Solo alcune opere, tuttavia, sono visibili dalla strada, per ammirarle tutte bisogna entrare nel comprensorio e per approfondire la visita, un libro e un documentario raccontano genesi, difficoltà, intenzioni, entusiasmi e le opere di questa incredibile avventura tra arte, azione, educazione ma soprattutto: partecipazione.

Prenotazione via mail aart-club@art-club.it